Condividi

Relazione al Rendiconto della Gestione - Anno 2010.

Il documento è disponibile in formato PDF. Per aprire il file è necessario Adobe Acrobat Reader o altro software per la lettura di file PDF. Se non hai il software, scaricalo subito gratuitamente cliccando qui.

*     *     *

Relazione conclusiva della Giunta Comunale

La relazione al rendiconto costituisce il documento conclusivo al processo di programmazione, iniziato con l'approvazione del Bilancio di Previsione, con il quale si espone il rendiconto dell'attività svolta durante l'esercizio precedente.

Vengono qui esposti quindi i risultati raggiunti, utilizzando le risorse di competenza, indicando il grado di realizzazione dei programmi e cercando di dare le spiegazioni dei risultati contabili e gestionali conseguiti, mettendo in evidenza le variazioni intervenute rispetto ai dati di previsione.
Partendo da queste premesse, la presente relazione si svilupperà prendendo in considerazione prima le entrate dell'ente, cercando di approfondirne la corrispondenza tra previsioni e accertamenti e capacità di riscossione, per poi passare alla spesa letta secondo i programmi definiti ed approvati nella relazione previsionale e programmatica.

Queste pagine hanno lo scopo di favorire la lettura dei dati contenuti nel conto consuntivo al fine di verificare i risultati ottenuti nell'anno amministrativo e dei programmi già delineati nel bilancio preventivo. I risultati di tale azione vengono restituiti ai cittadini attraverso il Consiglio Comunale, al fine di consentire una piena partecipazione di tutti al bene comune e alla verifica della qualità dei servizi erogati ai cittadini.

Per quanto riguarda il Patto di Stabilità del 2010, siamo a confermare che i dati di Bilancio rientrano nei  parametri di riferimento.

Per quello che  riguarda la spesa d'investimento  l'anno 2010 ha visto una cifra  impegnata pari a 1.412.942= in forte controtendenza rispetto all'anno precedente ed in linea con i dati medi fino al 2008, importo determinato dall'entrata straordinaria dovuta all'alienazione dell'immobile S.Pertini ed alla leggera ripresa delle entrate da oneri di urbanizzazione.
Fra i maggiori investimenti finanziati nell'anno appena trascorso, per quanto riguarda le opere pubbliche, ricordiamo:

· Ampliamento scuole Altedo
· Impianto natatorio estivo
· Manutenzione straordinaria viabilità (via Scalone)
· Completamento viali Altedo
· Progetto videosorveglianza

Il Conto Consuntivo 2010 evidenzia comunque un quadro generale di finanza pubblica locale negativo, determinato sia da fattori legati all'andamento economico generale che ha provocato e sta provocando un crollo di alcune voci fondamentali dei bilanci comunali (a titolo di esempio si cita la riduzione delle entrate da addizionale Irpef comunale che, a parità di aliquota, è calata a causa della contrazione della base imponibile su cui calcolare l'imposta), sia da scelte normative nazionali improntate al ritorno della finanza derivata basata sui trasferimenti erariali in luogo di un sistema di autonomia finanziaria già collaudato e sperimentato che ha consentito in questi anni al nostro Comune di investire risorse in OO.PP. ed in servizi per la comunità – (Autonomia finanziaria calata in due anni dall'85% al 77% e grado di dipendenza statale cresciuto nel medesimo periodo dall'11% a quasi  il 19%).
Questa è una situazione che influisce negativamente sulla gestione del bilancio in quanto è venuta meno la certezza delle risorse e conseguentemente la possibilità di programmare al meglio le scelte per investimenti e servizi comunali.

Il calo delle disponibilità economiche a fronte della crisi in atto nel mondo finanziario ed economico crea sempre più problemi a famiglie ed imprese, quest'ultime tra l'altro danneggiate fortemente dalle regole del patto di stabilità incomprensibili. Il nostro Comune ha  rispettato l'obiettivo stabilito dal patto di stabilità interno, ha un indebitamento contenuto, spende per interessi passivi circa il 3,90% della spesa corrente, e negli anni ha contenuto progressivamente la spesa di personale così come richiesto dalle varie leggi finanziarie.
Dai dati emerge la stabilità finanziaria e la solidità del Bilancio dell'Ente caratterizzato da entrate certe, da indebitamento decrescente e da una considerevole consistenza del patrimonio dell'Ente. Si noti che l'indebitamento procapite  ammonta ad € 651= a fronte di un valore patrimoniale procapite  di  € 1.385=  (di cui € 1.222 patrimonio indisponibile ed € 163 patrimonio disponibile)

In questo momento, in cui la crisi economica investe anche la comunità locale, ci sarebbe bisogno di sostenere la domanda con investimenti pubblici; il buon senso, di fronte a questa situazione, chiederebbe alle Amministrazioni in regola con i conti e con la necessaria disponibilità di cassa come il Comune di Malalbergo,  di velocizzare la spese di investimento per assicurare un consistente sostegno all'economia locale; invece, secondo le attuali regole del patto di stabilità, dobbiamo limitare i pagamenti  con grave pregiudizio  per le imprese appaltatrici e  per la collettività. 

A fronte di un andamento generale delle entrate negativo si è mantenuto l'equilibrio di bilancio agendo sulle spese correnti che sono di fatto, per il primo anno ed in termini assoluti, calate rispetto a quelle degli anni precedenti. Si tratta di un quadro d'insieme che va ancor più apprezzato, perché
ottenuto in un contesto della finanza pubblica locale italiana di particolare difficoltà e di eccessiva precarietà, nelle quali è importante la  conservazione per il futuro di una situazione economica e finanziaria dei conti comunali positiva. Riteniamo che l'obiettivo raggiunto nel 2010 di mantenere gli equilibri di bilancio comunale, garantendo l'elevato livello qualitativo/quantitativo dei servizi offerti, sia difficilmente realizzabile anche nel medio periodo, perciò auspichiamo un veloce e risolutivo intervento legislativo improntato al federalismo fiscale che dia responsabilità ed autonomia agli  eletti nelle Istituzioni vicine ai cittadini.

L'Amministrazione Comunale ringrazia tutti coloro che si sono adoperati, dipendenti in primo luogo, al raggiungimento degli obiettivi evidenziati nelle pagine della Relazione al Rendiconto.

Anagrafica dell'Ente
Comune di Malalbergo
Piazza dell'Unità d'Italia 2
40051 Malalbergo (BO)
Tel. centralino 051.662.02.11
PEC: comune.malalbergo@cert.provincia.bo.it
Codice Fiscale: 80008310379
Partita IVA: 00701931206

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web.
XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Malalbergo.
Pubblicato nel febbraio 2017
Sito realizzato da Punto Triplo

Area riservata