Condividi

Modalità

Con l'entrata in vigore del Decreto legge n. 132/2014 convertito con Legge 162/2014 in alternativa alle procedure giudiziali previste dal codice civile in caso di separazione e dalla legge 898/1970 in caso di divorzio, è possibile per i coniugi che intendano separarsi o divorziare consensualmente negoziare tra di loro un accordo con l'assistenza di almeno un legale per parte o se sussistono determinate condizioni sottoscrivere tra di loro un accordo di separazione o di divorzio innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile.

Sia l'accordo raggiunto a seguito di negoziazione assistita da avvocati, sia l'accordo sottoscritto innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile sono equiparati ai provvedimenti giudiziali che definiscono i procedimenti di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

Separazioni e divorzi con l'assistenza dell'avvocato

L'art. 6 della Legge n. 162/2014 prevede, a decorrere dall'11/11/2014, la convenzione di negoziazione assistita da almeno un avvocato per parte per le soluzioni consensuali di separazione personale, di divorzio e di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio.

I presupposti per la proposizione della domanda di divorzio devono essere verificati in base alla nuova Legge n. 55/2015 entrata in vigore il 26 maggio 2015.
 
La procedura prevede:

     - in assenza di figli;
     - in assenza di figli minori;
     - in presenza di figlio maggiorenne autosufficiente non portatore di handicap grave;
che l'accordo debba essere munito di nulla osta rilasciato dalla Procura della Repubblica,

     - in presenza di figli minori;
     - di figli maggiorenni portatori di handicap grave;
     - di figli maggiorenni non autosufficienti.
che l'accordo debba essere munito di un'autorizzazione rilasciata dalla Procura della Repubblica (previa valutazione dell'interesse dei figli),

Entro 10 giorni dalla data di comunicazione del nulla osta o dell'autorizzazione da parte del Procuratore della Repubblica, anche un solo avvocato dovrà trasmettere l'accordo al comune di :
     - Celebrazione del matrimonio in forma civile
     - Celebrazione del matrimonio in forma religiosa
     - Trascrizione del matrimonio celebrato all'estero (da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero)

L'accordo da inoltrare al Comune di Malalbergo potrà essere inviato dall'avvocato, previa apposizione della sua firma digitale, via pec al seguente indirizzo: demografici.malalbergo@cert.provincia.bo.it

Separazioni e divorzi innanzi all'Ufficiale di Stato Civile

L'art. 12 della Legge n. 162/2014 prevede, a decorrere dall'11/12/2014, la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo consensuale di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio.

L'assistenza degli avvocati difensori è facoltativa.

Competente a ricevere l'accordo è il Comune di:
     - Celebrazione del matrimonio in forma civile
     - Celebrazione del matrimonio in forma religiosa
     - Trascrizione del matrimonio celebrato all'estero (da due cittadini italiani, o da un cittadino italiano e un cittadino straniero)
     - Residenza di uno dei coniugi

Condizioni per la sottoscrizione dell'accordo:
  • Tale modalità semplificata è a disposizione dei coniugi solo quando NON vi siano figli minori o figli maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti. A tale scopo vengono considerati solo i figli di entrambi i coniugi.
  • L'accordo potrà contenere la previsione di un assegno di mantenimento (in caso di separazione) o divorzile (in caso di divorzio) che un coniuge deve versare all'altro periodicamente (sono esclusi patti di trasferimento patrimoniale o il versamento di una somma di denaro una tantum).
  • I presupposti per la proposizione della domanda di divorzio devono essere verificati in base alla nuova Legge n. 55/2015 entrata in vigore il 26 maggio 2015.
Le fasi del procedimento:
  1. I coniugi devono presentare la domanda con contestuale dichiarazione ed acquisita la documentazione verrà fissata, su appuntamento, la data di comparizione degli stessi innanzi all'Ufficiale dello Stato Civile per rendere la dichiarazione;
  2. Il giorno dell'appuntamento i coniugi dovranno provvedere al pagamento di € 16.00 quale diritto fisso previsto dalla delibera della G.C. n. 1126 del 28/11/2014;
  3. Lo stesso giorno sarà fissata la data per la conferma dell'accordo, non prima di 30 giorni;
  4. Nel giorno prestabilito entrambi i coniugi si dovranno ripresentare innanzi all'Ufficiale di Stato Civile per confermare o meno l'accordo sottoscritto;
  5. La conferma dell'accordo farà decorrere gli effetti della separazione o divorzio dalla data della sua prima sottoscrizione;
  6. La mancata comparizione equivarrà a mancata conferma dell'accordo.
  7. Le parti possono farsi assistere da un avvocato.

Riferimenti normativi

Legge 01 dicembre 1970, n. 898 Disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio (G.U. n. 306 del 03/12/1970)

Decreto legge n. 132/2014 convertito con legge 10 novembre 2014, n. 162 recante misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile. (G.U. n. 261 del 10-11-2014 - Supp. Ordinario n. 84)



Per avere informazioni semplici e chiare in merito agli obblighi di legge che marito e moglie assumono reciprocamente e nei confronti dei figli, nonché alle disposizioni in ambito successorio, previdenziale e in tema di separazione e divorzio, si consiglia la lettura della Guida per il Cittadino: "Il matrimonio: diritti e doveri in famiglia"realizzata dal Consiglio Nazionale del Notariato e 12 tra le principali Associazioni dei Consumatori (Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori).

Divorzio breve e Regime patrimoniale (Modifiche introdotte dalla Legge 6/5/2015 n. 55)

Con la legge 6 maggio 2015 n. 55, art. 1 (GU n. 107 del 11/05/2015) entrata in vigore 26/05/2015 è stato introdotto il c.d. “divorzio breve”, cioè la possibilità di ottenere il divorzio dopo un breve periodo di tempo di separazione personale.

I 3 anni previsti dalla legge 898/1970 sono stati accorciati nel seguente modo:
  • 12 mesi dall'avvenuta comparizione dei coniugi innanzi al presidente del tribunale nella procedura di separazione giudiziale;
  • 6 mesi dalla sottoscrizione del processo verbale di separazione consensuale, purché ci si stata l'omologazione;
  • 6 mesi dalla sottoscrizione dell'accordo di separazione davanti all'Ufficiale dello Stato Civile;
  • 6 mesi dalla sottoscrizione dell'accordo con l'assistenza di avvocati (Convenzione Negoziata Assistita).
La nuova legge (art. 2) ha introdotto modifiche anche al regime patrimoniale dei coniugi, prevedendo lo scioglimento della comunione legale:
  • Dalla data di autorizzazione dei coniugi a vivere separatamente nel caso di separazione giudiziale (ordinanza del Presidente del Tribunale);
  • Dalla data di sottoscrizione del processo verbale di separazione, purché omologato, nel caso di separazione consensuale,  

Modulistica

La modulistica è disponibile in due formati, entrambi gratuiti: PDF e RTF
Modello di dichiarazione sostitutiva per modifica delle condizioni di separazione o di divorzio innanzi all'Ufficiale di Stato Civile
Modello di richiesta congiunta per avvio del procedimento di divorzio innanzi all'Ufficiale di Stato Civile
Modello di richiesta congiunta per avvio del procedimento di separazione innanzi all'Ufficiale di Stato Civile
width=
Anagrafica dell'Ente
Comune di Malalbergo
Piazza dell'Unità d'Italia 2
40051 Malalbergo (BO)
Tel. centralino 051.662.02.11
PEC: comune.malalbergo@cert.provincia.bo.it
Codice Fiscale: 80008310379
Partita IVA: 00701931206

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web.
XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Malalbergo.
Pubblicato nel febbraio 2017
Sito realizzato da Punto Triplo

Area riservata