Condividi

Informazioni e novità




Il passaporto ordinario è valido per tutti i Paesi i cui governi sono riconosciuti da quello italiano, salve le limitazioni previste dalla legge, e può essere ottenuto da tutti i cittadini della Repubblica. 

Il passaporto viene rilasciato dalle Questure e, all'estero, dalle rappresentanze diplomatiche e consolari.
Il passaporto ha una validità di 10 anni. 
I passaporti in corso di validità restano utilizzabili fino alla loro data di scadenza.

La domanda per il rilascio del passaporto, corredata della documentazione necessaria, può essere presentata:
 · in Italia presso la questura del luogo di residenza o, nei Comuni medio-grandi, presso il commissariato di P.S. competente per circoscrizione.
· all'estero: presso le rappresentanze diplomatiche e consolari. 

Con l'approvazione del decreto legge 135/2009 che recepisce il Regolamento europeo 444/2009, dal 25 novembre 2009 anche i minorenni dovranno essere dotati di un passaporto individuale, pertanto non è più possibile per il genitore, iscrivere il figlio minore sul proprio passaporto.
Dal 26 giugno 2012, tutti i minori che viaggiano devono avere ciascuno il proprio documento di viaggio individuale e non possono pertanto essere iscritti sul passaporto dei genitori (cliccare qui per ulteriori informazioni).

Dal 22 aprile 2010 la Questura di Bologna procede al rilascio del passaporto solo previa acquisizione dell'impronta digitale. Ciò significa che tutti i cittadini richiedenti il documento, ad eccezione dei minori di 12 anni, devono recarsi in Questura per la rilevazione dell'impronta digitale. 

Dal 20 maggio 2010 i modelli in uso di passaporto elettronico sono sostituiti dal nuovo libretto a 48 pagine che prevede foto, firma e impronte digitalizzate. Sul passaporto è introdotta la firma digitalizzata con esenzione per i minori di anni 12, per gli analfabeti e per coloro che presentino una impossibilità fisica accertata e documentata che impedisca l'apposizione della firma.

Dal 24 Giugno 2014 è stato introdotto un contributo amministrativo di € 73,50 (da acquistare sotto forma di contrassegno telematico in una rivendita di valori bollati prima di presentarsi con la documentazione nell'Ufficio che rilascia i passaporti) per il rilascio del passaporto ordinario, incluso il rilascio a favore di minori, oltre al costo del libretto (pari a d euro 42,50)
Contestualmente è abolita la tassa annuale del passaporto ordinario di € 40,29, (quindi il contributo di € 73,50 è valido fino alla scadenza del documento) nonché quella di rilascio del passaporto collettivo (€ 2,58 per ogni componente del gruppo, esclusi i capo gruppo ed i minori di anni 10).
Per ulteriori informazioni, vedi le F.A.Q. sul sito della Polizia di Stato

Modalità di richiesta

Per ottenere il rilascio del passaporto, si deve presentare domanda presso l'Ufficio passaporti dei commissariati di P.S. del luogo di residenza o della Questura se non è presente sul territorio alcun commissariato.
Il modulo di richiesta è disponibile presso gli uffici oppure può essere scaricato da questo sito. 

Attenzione: il modulo di richiesta è diversificato per maggiorenni e minorenni, pertanto occorre presentare quello corretto.

Nel caso in cui nei comuni non siano presenti uffici di P.S., la documentazione può essere presentata presso il locale comando dei Carabinieri, recandosi successivamente presso gli uffici della Questura per la rilevazione dell'impronta e la digitalizzazione della firma. 

Ricordiamo che il passaporto, per essere idoneo all'ingresso nella maggior parte dei Paesi, deve avere una validità di almeno sei mesi oltre il periodo di permanenza previsto. 
 
 PRENOTAZIONE ONLINE
 
E' possibile prenotare data, ora e luogo di presentazione della domanda, registrandosi direttamente al sito www.passaportonline.poliziadistato.it  eliminando così le lunghe attese negli uffici di polizia.
Sarà trasmesso il modulo di richiesta passaporto già compilato, l'elenco della documentazione occorrente e l'appuntamento per il prelievo delle impronte digitali.

La documentazione

La domanda deve essere corredata da:
- 2 foto formato tessera identiche e recenti;
- 1 marca per concessioni governative (contrassegno telematico) di € 73,50;
- attestazione di versamento di € 42,50 sul conto corrente postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del tesoro, con causale "importo per il rilascio del passaporto elettronico";
- un documento di identità valido, qualora in possesso (originale e fotocopia fronte/retro);
- per i minori, dichiarazione di assenso di entrambi i genitori o di chi ne fa le veci (o autorizzazione del giudice tutelare, ove necessaria)

Duplicato del passaporto

Se il passaporto viene smarrito, rubato o le pagine sono esaurite, bisogna richiedere un nuovo passaporto.
In caso di smarrimento o furto è necessario esibire la relativa denuncia.
Se invece si richiede un nuovo passaporto per deterioramento, si deve riconsegnare il vecchio passaporto che sarà annullato e restituito con il nuovo documento. 

In tutti i casi è necessaria la stessa documentazione richiesta per il rilascio ovvero le foto, il bollettino, il contributo amministrativo da € 73,50 sotto forma di contrassegno telematico e se necessario i vari moduli di assenso.
La domanda può essere presentata presso la Questura o il Commissariato di Pubblica Sicurezza.

Richiesta di passaporto se si è genitori di figli minori

Se si è genitore di figli minori, per richiedere il proprio passaporto è necessario l'assenso dell'altro genitore. Non importa se coniugati, conviventi, separati, divorziati o genitori naturali.

L'altro genitore deve firmare l'assenso davanti al Pubblico Ufficiale (che autentica la firma) presso l'ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell'assenso si deve essere in possesso del nulla osta del giudice tutelare.
Se l'altro genitore è impossibilitato a presentarsi per firmare la dichiarazione di assenso il richiedente del passaporto potrà allegare una fotocopia del documento del genitore assente firmata in originale con una dichiarazione scritta di assenso all'espatrio firmata in originale.

Passaporto per i minori di 18 anni

Con l'approvazione del decreto legge 135/2009, che recepisce il Regolamento europeo 444/2009, dal 25 novembre 2009 anche i minorenni dovranno essere dotati di un passaporto individuale, pertanto non è più possibile per il genitore, iscrivere il figlio minore sul proprio passaporto.
La procedura di conseguenza è la stessa dei maggiorenni, con l'aggiunta dell'assenso al rilascio del passaporto reso da entrambi i genitori.
L'assenso va firmato presso l'ufficio in cui si presenta la richiesta. In mancanza dell'assenso si provvede a richiedere il nulla osta del giudice tutelare. Se un genitore è impossibilitato a presentarsi per rendere la dichiarazione, può essere presentato un assenso scritto allegando copia firmata di un documento di identità.
Il versamento sul conto corrente postale deve essere intestato al minore.

Sempre in applicazione della disciplina comunitaria cambia anche la durata di validità dei nuovi documenti di espatrio per i minori che viene differenziata a seconda dell'età:
· per i minori di età inferiore a 3 anni il passaporto vale 3 anni;
· per i minori dai 3 ai 18 anni il passaporto vale 5 anni.

Le nuove regole nascono dall'esigenza di contrastare il fenomeno della sottrazione di bambini ai genitori affidatari, ma soprattutto l'attività criminale della tratta internazionale dei minori. In questo modo si garantisce, infatti, una maggiore individualità e quindi più sicurezza, per i minorenni che viaggiano.

Sul passaporto dei minori di età inferiore agli anni quattordici sono indicati i dati anagrafici dei genitori, quindi non è necessaria alcuna dichiarazione di accompagno se il minore viaggia con il padre e/o con la madre.
Viceversa, ogni volta che il minore di anni 14 si recherà all'estero con un accompagnatore diverso dai genitori sarà necessario, da parte di quest'ultimi, sottoscrivere una dichiarazione di accompagnamento in questura, la quale provvederà a rilasciare un modello che l'accompagnatore presenterà alla frontiera insieme al passaporto del minore.

Passaporto temporaneo

E' un documento di viaggio di emergenza, con validità ridotta (pari o inferiore a 12 mesi) ed è costituito da un libretto con 16 pagine e non dotato di microchip.
Questo tipo di passaporto è rilasciato in tutti i casi documentati di impossibilità temporanea alla rilevazione delle impronte digitali, e negli altri casi eccezionali in cui ci sia l'urgenza e la necessità di ottenere il passaporto, ma sia impossibile il rilascio di un passaporto ordinario. 
Il passaporto temporaneo può essere utilizzato per gli USA solo se corredato del relativo visto d'ingresso.

Alla domanda è necessario allegare:
- 2 foto formato tessera identiche e recenti;
- attestazione di versamento di € 5,00 sul conto corrente postale n. 3810521 intestato a: Ministero dell'economia e delle finanze - Dipartimento del tesoro, Sulla causale si deve scrivere: "importo per il rilascio del passaporto elettronico";
- un documento di riconoscimento valido.
- riconsegna del vecchio passaporto, in caso di rinnovo per deterioramento o scadenza.

Passaporto per gli Stati Uniti d'America (USA)

Per raggiungere gli Stati Uniti, via cielo o via mare, dal prossimo 1 aprile 2016 sono obbligatori il modulo ESTA, acronimo di "Electronic System for Travel Authorization", in italiano "Sistema Elettronico per l'Autorizzazione al Viaggio" e il passaporto elettronico
Il passaporto elettronico viene rilasciato in Italia dal 26 ottobre 2006 e contiene un microchip, nascosto nella copertina, che racchiude tutte le informazioni del viaggiatore.
E' importante prima di organizzare un viaggio controllare la data di rilascio del documento e, nel caso in cui ci sia necessità, di farne uno nuovo.
Informarsi presso la questura o il commissariato di zona per la consegna della documentazione.
Si può prenotare un appuntamento attraverso il servizio passaporto online.
Per maggiori informazioni sul viaggio negli Stati Uniti è possibile visitare la pagina della Polizia di Stato.

Passaporto collettivo

Con le nuove norme sul passaporto per i minori, che prevedono un passaporto individuale per il cittadino italiano di qualsiasi età, rimane comunque in vigore l'istituto del passaporto collettivo e della normativa che lo regola.
Pertanto il passaporto collettivo può essere rilasciato per motivi culturali, religiosi, sportivi, turistici, od altri previsti da accordi internazionali.

Questo tipo di passaporto può essere richiesto dal capogruppo esclusivamente presso la questura e consente l'espatrio per un solo viaggio, di gruppi di minino 5 persone e non superiore a 50.
La sua durata massima è di 4 mesi dalla data di rilascio.
Il capogruppo deve essere titolare di passaporto individuale in corso di validità. 

Al passaporto collettivo, che deve indicare i nominativi dei componenti il gruppo, è necessario allegare: 
- la ricevuta di versamento di € 5,50 sul c/c intestato alla questura competente, indicando la causale: "passaporto collettivo". 
- fotocopia documento d'identità per ogni partecipante (le fotocopie dei documenti di identità possono essere legalizzate in questura portando il documento originale.);
- per i partecipanti con figli minori l'assenso con firma autenticata dell'altro genitore in carta libera o autorizzazione del giudice tutelare;
- per i partecipanti minorenni assenso dei genitori in carta libera o autorizzazione del giudice tutelare. 

N.B. Con la conversione in Legge del D.L. 24 aprile 2014 n. 66 è abolita la tassa di rilascio del passaporto collettivo (che ammontava a € 2,58 per ogni componente del gruppo, esclusi i capo gruppo ed i minori di anni 10). 

Religiosi e missionari 

Allegare la seguente documentazione: 
- 2 foto formato tessera identiche e recenti;
- attestato rilasciato da superiori dell'ordine religioso, da cui si evince la sede e la durata della missione.

Per maggiori informazioni, si prega di visitare il sito internet della Polizia di Stato.
Per tutti i casi non contemplati, occorre rivolgersi direttamente all'ufficio passaporti della Questura.

Modulistica e link utili

Anagrafica dell'Ente
Comune di Malalbergo
Piazza dell'Unità d'Italia 2
40051 Malalbergo (BO)
Tel. centralino 051.662.02.11
PEC: comune.malalbergo@cert.provincia.bo.it
Codice Fiscale: 80008310379
Partita IVA: 00701931206

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web.
XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Malalbergo.
Pubblicato nel febbraio 2017
Sito realizzato da Punto Triplo

Area riservata