Condividi

Rilascio contrassegno invalidi

Descrizione

Per la circolazione e la sosta dei veicoli a servizio delle persone invalide con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, il sindaco rilascia apposita autorizzazione, previo specifico accertamento sanitario.
L'autorizzazione è resa nota mediante l'apposito "contrassegno invalidi". 

Il contrassegno è strettamente personale, non è vincolato ad uno specifico veicolo e ha valore su tutto il territorio nazionale.

Nei casi in cui ricorrono particolari condizioni di grave invalidità della persona interessata, la Giunta comunale può, con propria delibera, assegnare a titolo gratuito un adeguato spazio di sosta individuato da apposita segnaletica indicante gli estremi della delibera di autorizzazione del soggetto ad usufruirne. 
Tale agevolazione può essere concessa nelle zone ad alta intensità di traffico, dietro specifica richiesta da parte del detentore del "contrassegno invalidi".
L' autorizzazione ha validità 5 anni e può essere rinnovata alla scadenza presentatando un certificato del medico curante.

Cosa occorre

- Modulo di domanda da ritirare e consegnare presso l'Uffico Relazioni con il Pubblico, corredato da 2 fototessere;

- Certificazione medica rilasciata dall' ufficio medico-legale dell'Unità sanitaria locale di appartenenza
 dalla quale risulta che nella visita medica è stato espressamente accertato che la persona per la quale viene chiesta l'autorizzazione ha effettiva capacità di deambulazione sensibilmente ridotta;
oppure:
- Certificato della visita per il riconoscimento di invalidità civile quando venga riconosciuta l'indennità di accompagnamento per "incapacità a deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore";
oppure:
- Certificato della visita per il riconoscimento della L.104/92 quando venga riconosciuto l'art.3 comma 3 (cosiddetto handicap grave) e vi sia un SI' sia sulla mobilità che sulla gravità della stessa;
oppure:
- Per i non vedenti, certificato della visita per il riconoscimento di cieco assoluto o di cieco con residuo visivo non superiore ad 1/20.

- In caso di rinnovo del contrassegno, al modulo di domanda deve essere allegato il certificato del medico curante che confermi il persistere delle condizioni sanitarie che hanno dato luogo al rilascio.

Restituzione del contrassegno scaduto

I contrassegni devono essere riconsegnati dopo la scadenza.

Il contrassegno per le persone invalide rilasciato da un altro Comune, una volta scaduto non deve essere consegnato al Comune di Malalbergo, ma deve essere restituito, dal titolare o da altra persona incaricata, direttamente al Comune che lo ha rilasciato.

Circolazione nella ZTL del Comune di Bologna

Ottenuto il contrassegno, per recarsi nella Zona a Traffico Limitato (ZTL) del Comune di Bologna senza incorrere in sanzioni, è necessario comunicare, al Settore Mobilità Urbana del Comune di Bologna, i numeri di targa delle vetture che si utilizzano abitualmente. 

La comunicazione deve essere effettuata nelle 48 ore precedenti il primo ingresso nella ZTL, per posta o via fax utilizzando il modello in distribuzione presso l'U.R.P.

La comunicazione può anche essere inviata successivamente alla ricezione di un verbale d'accertamento di violazione, utilizzando il modello che è possibile ritirare all'U.R.P.

Modulistica

La modulistica è disponibile in due formati, entrambi gratuiti: PDF e RTF
Comunicazione contrassegno al Comune di Bologna
Modulo per la restituzione del contrassegno invalidi
Richiesta contrassegno invalidi
width=
Anagrafica dell'Ente
Comune di Malalbergo
Piazza dell'Unità d'Italia 2
40051 Malalbergo (BO)
Tel. centralino 051.662.02.11
PEC: comune.malalbergo@cert.provincia.bo.it
Codice Fiscale: 80008310379
Partita IVA: 00701931206

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web.
XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Malalbergo.
Pubblicato nel febbraio 2017
Sito realizzato da Punto Triplo

Area riservata